TUTTO TRIVERO | Portale Turistico, Meteo, Scientifico su Trivero | Trivero on line. Web designer: Angelo Giovinazzo    

» home » Flora di Trivero e specie protette » Valle Ponzone » Altopiani centrali » Monti Rubello e Valsessera » Alta Valsessera » Fotogallery8

Fotogallery   CONIFERE  pagina 1
Fotogallery   ALBERI E CESPUGLI  pagine    |   |   4   |   |   6  |   7   |   8   | 
Fotogallery   FIORI ed ERBE vai in sezione fotogallery



 
  Flora di Trivero - Specie Arboree ed Arbusti - pagina 8
 
Sambuco Nero - Sambucus nigra Specie arbustiva spontanea molto diffusa dal fondovalle fino alla media montagna dove viene sostituita dalla varietà Rossa. Il Sambuco Nero vegeta abbondante negli incolti, a margine dei boschi e strade ed è molto apprezzato per le sue bacche di colore nero che si utilizzano per la produzione di succhi e marmellate, non vanno però consumate senza bollitura perchè risulterebbero tossiche. Gli esemplari più belli si possono incontrare a margine dei pascoli fin verso gli 800/1000 mt.
sambuco_nero_sambucus_nigra
sambuco_nero_sambucus_nigra
sambuco_nero_sambucus_nigra
Sambuco Rosso - Sambucus racemosa Specie spontanea molto simile alla varietà Nera ma dai rami meno legnosi rispetto alla specie appena descritta. Ha infiorescenze meno apparescenti e bacche tossiche di colore rosso. Vegeta oltre i 1000 mt sui monti Rubello ed in tutta l'alta Valsessera dove è molto diffusa nei prati-pascoli, a margine dei boschi o nei pressi degli alpeggi.
sambuco_rosso_sambucus_racemosa
sambuco_rosso_sambucus_racemosa
sambuco_rosso_sambucus_racemosa
Sorbo Montano - Sorbus aria Specie spontanea diffusa in tutto il territorio Triverese, dal fondovalle, dove è distribuito nei boschi freschi ed umidi, ai monti Rubello ed alta Valsessera dove forma boschetti esclusivi, spesso condivisi con il Sorbo degli Uccellatori. Ha bacche simili a quelle degli Uccellatori ma i fiori sono più carnosi e simili al fiore di pero, le foglie sono tondeggianti. Nel fondovalle ed altopiano è specie arbustiva spesso di piccole dimensioni nel sottobosco, in Valsessera forma alberelli ben formati e di medie dimensioni.
sorbo_montano_sorbus_aria
sorbo_montano_sorbus_aria
sorbo_montano_sorbus_aria
sorbo_montano_sorbus_aria
sorbo_montano_sorbus_aria
sorbo_montano_sorbus_aria
Sorbo degli Uccellatori - Sorbus aucuparia Specie spontanea molto diffusa in tutto il territorio. Nel basso Triverese vegeta soprattutto nel bosco di castagno o betulleto con esemplari anche centenari di notevole dimensione (nella foto in basso un grosso esemplare formato da quattro alberi di grandi dimensioni fotografato sul versante Ponzonese del Rifugio La Sella). In montagna ed alta Valsessera è altrettanto diffuso ma gli esemplari sono meno vigorosi, spesso più alti ma meno grandi, disturbati nello sviluppo dal peso della neve. Deve il suo buffo nome al fatto che gli uccelli sono molto ghiotti delle sue sgargianti bacche rosse che fino ad inverno inoltrato costituiscono un ottimo cibo.
sorbo_uccellatori_sorbus_aucuparia
sorbo_uccellatori_sorbus_aucuparia
sorbo_uccellatori_sorbus_aucuparia
sorbo_uccellatori_sorbus_aucuparia
sorbo_uccellatori_sorbus_aucuparia
sorbo_uccellatori_sorbus_aucuparia
sorbo_uccellatori_sorbus_aucuparia
sorbo_uccellatori_sorbus_aucuparia
Tiglio - Tilia platyphyllos e Tilia europae Specie di difficile identificazione-differenziazione. Tilia Europea è specie autoctona del nostro territorio, Tilia Platyphyllos è di provenienza Nord Americana. La specie Europea ha foglie leggermente più piccole, più scure, tonde e coriacee, la specie Nord Americana ha foglie più grandi di colore più chiaro e più tenere. Difficile è identificare le specie di Tiglio poichè spesso la varietà Europea si è ibridata con le specie utilizzate nei viali cittadini creando nuove varietà ibride di difficile differenziazione. I Tigli sono alberi molto diffusi nel territorio nel bosco misto, soprattutto del basso Triverese dove, nella valle del Ponzone esistono esemplari centenari e monumentali di notevoli dimensioni che in tarda primavera, in piena fioritura, profumano l'aria con il loro caratteristico odore che richiama sciami di vespe ed api. Fiori e frutti-semi sono molto apprezzati in erboristeria. Il legno è molto tenero e poco resistente al peso della neve che fa spezzare i rami, ragion per cui è poco diffuso in Valsessera. Nelle foto in basso grossi esemplari di Tiglio presso il Rio Motocross di Ponzone.
tiglio_tilia_europea_platyphyllos
tiglio_tilia_europea_platyphyllos
tiglio_tilia_europea_platyphyllos
tiglio_tilia_europea_platyphyllos
tiglio_tilia_europea_platyphyllos
tiglio_tilia_europea_platyphyllos
Vite Selvatica - Vitis vinifera Ssp. sylvestris Specie strisciante non particolarmente diffusa ma presente nel solo fondovalle del Ponzone. La Vite Vinifera sottospecie Selvatica probabilmente è un residuo delle antiche coltivazioni Medioevali di Vite, si distingue dalla cosiddetta "vite americana" per le foglie più seghettate, più chiare e meno coriacee rispetto alle varietà coltivate inselvatichite, la differenza si può notare nelle foto in basso, nelle prime due si tratta di vite vinifera selvatica, nell'ultima foto di vite americana inselvatichita. Alcuni esemplari di vite vinifera silvestre si possono vedere nei pressi di Ponzone arrampicarsi su vecchi muri o negli incolti, esemplari di vite americana selvatica sono invece presenti qua e là sull'altopiano, nei pressi di fattorie ove nel Medioevo si coltivava vite da vino con una discreta produzione vinicola.
 
Torna alla pagina introduttiva   ALBERI e ARBUSTI del TRIVERESE PAGINA 1 oppure vai alla pagina FIORI ed ERBE
Torna in home page  |  pagina   1   |     2   |    3   |    4   |    5   |    6       7   |   8    |  Vai alla pagina flora di Trivero FIORI ed ERBE   |