logo_triveroitaly immagini_trivero
logo-google | Trivero - Clicca qua per cercare informazioni nel sito con Google  |  Contattaci  email   | logo-google

webcam_monterosa
MONTEROSA

Webcams nel nostro sito:
WEBCAMS COLLINA -
WEBCAMS ALPI
di seguito: vista sul M. Barone da Pratrivero di Trivero

Immagini da TRIVERO e OASI ZEGNA della nevicata del 5/2/2015 - Clicca sulle immagini per accedere alla pagina con la FOTOGALLERY NEVE A TRIVERO completa. Al passaggio del mouse sulle immagini potrai visualizzare immagini primaverili ed estive da Trivero-Oasi Zegna  »
trivero_oasizegnatrivero_oasizegna
Vista su Trivero da Soprana - Foto: Angelo Giovinazzo
trivero_oasizegnatrivero-oasizegna
Sono iniziate le fioriture dei Rododendri Selvatici dell'Oasi Zegna - Foto: Giuliana Bagnara
trivero_oasizegnatrivero_oasizegna
La Cima Ragna di Mosso-Oasi Zegna in piena fioritura - Foto: Giuliana Bagnara
trivero_oasizegnatrivero-oasizegna
Rododendri selvatici in piena fioritura presso Oasi Zegna - Foto: Giuliana Bagnara
giletti

LINS UTILI - SITI AMICI
deejay-reloaded
Riascolta i programmi di Radio Deejay quando vuoi tu
radiodeejay
Ascolta Radio DeeJay

assoc-micologica-biellese
curiosone_amazon
bielmontewww.Bielmonte.net
Webcams Live e info da Bielmonte
oasizegna
Oasi Zegna.com

Sito ufficiale dell'Oasi Zegna
meteogiornalewww.meteogiornale.it
Giornale Meteo in tempo reale
muzzanometeo
cristina_giovinazzo
www.cristinagiovinazzo.it
cai_trivero
www.caitrivero.wordpress.com
caimosso
www.caimosso.it

up
 

 

Riscoperto a Magnano (Biella) un fungo molto raro:
LEUCOPAXILLUS MACROCEPHALUS (Barbe di Granoturco)
Funghi rari - NON COMMESTIBILE

  leucopaxillus_macrocephalus
 

Quandè giovane e chiuso si può facilmente scambiare per un Porcino, ha portamento spesso massiccio e ben carnoso, ha il cappello inizialmente emisferico, poi convesso, infine tende a distendersi, pur mantenendo il margine lungamente involuto. E' di colore crema-ocraceo con superficie asciutta, finemente tomentosa, sembra quasi screpolato. Le lamelle sono adnate-smarginate, fitte, biancastre, poi macchiate di ocra, con il filo leggermente denticolato. Ha un forte odore di pannocchie sfolgiate, da qua il nome volgare di "Barbe di Granoturco". Il gambo è grosso e tozzo, biancastro, poi ocraceo-brunastro, somiglia e, proprio il suo gambo tozzo lo fa spesso scambiare per un Porcino. Molti cercatori, solo dopo averlo raccolto si rendono conto che non è un Porcino così lo abbandonano sul posto. Cresce preferibilmente nel bosco planiziale o di bassa collina, composto da Quercia-Cerro o Castagno, Carpino, Acero. E' poco comune in Italia, e si rinviene raramente nei boschi a clima Mediterraneo, ancor più raro in Piemonte. Considerato NON COMMESTIBILE ma, in Ungheria viene consumato nonostante il forte e sgradevole odore.
Renato Tizzoni, esperto micologo del Gruppo Micologico Biellese, ce lo presenta.


 
 
 
   
     
leucopaxillus_macrocephalus

LEUCOPAXILLUS MACROCEPHALUS o Barbe di Granoturco" UN FUNGO RARISSIMO RINVENUTO NEL BIELLESE

(Testo e fotografie di Tizzoni Renato – Gruppo Micologico Biellese)

Sabato 15 ottobre 2016 Robin C. ha rinvenuto nei pressi del viale di accesso al Golf Club di Magnano (BI), sotto ad un albero di Cerro (Quercus cerris), un gruppo di funghi già raccolti e abbandonati.

Incuriosito li ha fotografati e me ne ha portato uno da esaminare.
Come l'ho visto mi sono ricordato di una specie molto rara scoperta nel 1984, anche in quell'occasione nel mese di ottobre a Magnano, descritta da Giorgio B. sul libro I Funghi del Biellese (edizioni Provincia di Biella, 2003), si tratta di Leucopaxillus macrocephalus (Huijsman) Bohus.

Come sovente accade, anche questa volta è stato trovato un fungo raro già raccolto e abbandonato, con disappunto di coloro che invece li ricercano a scopo di studio.
Con questo scopo il martedi successivo mi sono recato sul posto e ho potuto scattare ancora qualche fotografia riassemblando alla meglio i vari basidiomi rovinati.

Gli insoliti esemplari di questa specie nascono cespitosi da un grosso ammasso miceliare (foto 1 e 2). All'inizio il loro cappello è emisferico poi si distende mentre il bordo rimane sempre involuto (foto 3).

leucopaxillus_macrocephalus
leucopaxillus_macrocephalus

Negli esemplari più sviluppati può raggiungere 20 (30) cm. di diametro.
Ha la superficie di colore ocra-bruno e un aspetto finemente tomentoso.
Le lamelle sono fitte, biancastre, diventano ocracee a maturità e allo sfregamento e lasciano un deposito sporale crema chiaro. Il gambo è ventricoso, obeso, fino a 13 cm. di altezza e 8 di larghezza, è di colore biancastro e diventa ocraceo nei punti manipolati.
La carne è bianca e soda.

Per il suo portamento - cosiddetto boletoide - a prima vista potrebbe essere scambiato per una specie di boleto, ma quando si scorgono le lamelle sotto il cappello i dubbi svaniscono, come svanisce la sua eventuale edibilità non appena si percepisce il cattivo odore che questo raro fungo emana soprattutto alla frattura. E' un odore complesso, molto forte e aromatico, con una componente spermatica molto sgradevole che aumenta durante l'essicazione.

Fungo poco conosciuto, ma molto apprezzato dai cuochi. Solitamente ignorato per via del suo colore scuro che gli conferisce un aspetto poco invitante o attraente.

L'esame al microscopio ha messo in evidenza spore elissoidali, lisce, delle dimensioni di 5,2 – 6,5 x 3 – 4,5 micron (foto 4); sul filo delle lamelle sono presenti cellule irregolarmente clavate (foto 5 e 6) delle diemsioni di 32 – 35 x 6 – 7 micron; le ife del basidioma presentano giunti a fibbia ai setti (foto 7).

ATTENZIONE: Le informazioni fornite da questo sito circa la commestibilità ed il riconoscimento dei funghi, hanno il solo scopo illustrativo e non esortativo alla raccolta e/o consumo nè didattico. Il riconoscimento delle specie fungine NON può avvenire tramite siti internet ma attraverso gli enti preposti (ASL). trivero-italy.com o trivero-italy.it non si assumono responsabilità per uso improprio delle informazioni fornite

LEUCOPAXILLUS MACROCEPHALUS

L'ESAME AL MICROSCOPIO

L'esame al microscopio ha messo in evidenza spore elissoidali, lisce, delle dimensioni di 5,2 – 6,5 x 3 – 4,5 micron (foto 4)

sul filo delle lamelle sono presenti cellule irregolarmente clavate (foto 5 e 6) delle diemsioni di 32 – 35 x 6 – 7 micron

le ife del basidioma presentano giunti a fibbia ai setti (foto 7).

 
leucopaxillus_macrocephalus  
leucopaxillus_macrocephalus  
leucopaxillus_macrocephalus  
leucopaxillus_macrocephalus  

E' una specie di facile riconoscimento, sia per le massicce dimensioni, sia per la particolare crescita cespitosa, sia per il forte e sgradevole odore.

E' molto rara e poco raffigurata sui libri divulgativi, è descritta su B. Cetto I funghi dal vero vol. 3 n. 1009, edizioni Saturnia, Trento, 1979 e sul 3° volume de I funghi d'Italia, pag. 1080, edizioni Fondazione Centro Studi Micologici A.M.B. Trento, 2009.

L'interrogazione su indexfungorum.org rivela che questa specie ha subito, nel corso degli anni, una controversa collocazione sistematica, essendo stata attribuita più volte a generi differenti, cinque per la precisione, Agaricus macrocephalus, Coolia macrocephala, Porpoloma macrocephalum, Squamanita macrocephala e Leucopaxillus macrocephalus.

Attualmente (2014), dopo le recenti analisi molecolari (estrazione del DNA, amplificazione e sequenziamento) è stata riproposta, da parte di Sánchez-García, con un ulteriore nuovo genere: Pogonoloma macrocephalum.

A partire dai primi anni 2000 questo nuovo metodo di indagine si è via via consolidato e oggi è diventato abituale.

A seguito di queste sofisticate ricerche, che vengono svolte in laboratori specializzati, oggi stiamo assistendo ad un vero e proprio stavolgimento nel campo della nomenclatura scientifica, ma questa è un'altra storia.

assoc-micologica-biellese
Articolo scritto da: Renato Tizzoni per www.trivero-italy.com © 25.10.2016 (CONTATTA L'AUTORE, CLICCA QUA)

 
leucopaxillus_macrocephalus

Le pagine più lette del nostro sito »

 
      Ultimo aggiornamento: MERCOLEDI' 12 AGOSTO.2015  

uno

 

funghi

2

 

no-funghi

3

 

meteo

4

 

boletialpi  
                 

5

 

regolamenti

6

 

funghi-verofalso

7

 

funghiradioattivi

8

 

index  
                 

9

 

sentieri_oasizegna

10

 

funghi_frè

11

 

limacce

12

 

funghi_leccini  
 

 

 
   
   

ARTICOLI CORRELATI. I PIU' LETTI SU TRIVERO-ITALY.COM


  vademecum-funghi1 vademecum_funghi rivarolo
  DIDATTICA FUNGHI» Come diventare perfetti CERCATORI DI FUNGHI o FUNGIATT. Prima parte del VADEMECUM sui funghi. LEGGI e REGOLAMENTI senza descrizioni noiose ed incomprensibili. 
Continua a leggere »
DIDATTICA FUNGHI» Come diventare perfetti CERCATORI DI FUNGHI. Seconda parte del VADEMECUM sui funghi. COME NASCONO I FUNGHI. IFE, MICELI e SPORE con parole semplici.  
Continua a leggere »
DIDATTICA FUNGHI» Come diventare perfetti CERCATORI DI FUNGHI. Terza parte del VADEMECUM. TRUCCHI E SEGRETI PER BAGNARE IL NASO ANCHE AI VECCHI SAGGI.
Continua a leggere »
up
   
  marca_bollo funghi funghi
   
 

funghi

funghi funghi up
   
  valsesia-radioattiva boleti-porcini funghi-fre
 

FUNGHI NEWS » FUNGHI RADIOATTIVI in PIEMONTE?

Dopo il ritrovamento di cinghiali radioattivi in Valsesia ARPA Piemonte ha realizzato molti campionamenti. In questo articolo i risultati dell'indagine.  
Continua a leggere »

CONOSCERE I FUNGHI » TUTTE LE VARIETA' DI BOLETI-PORCINI DELLE ALPI.

Guida al riconoscimento delle varietà di BOLETI o POCINI più comuni delle Alpi-Prealpi e Pianure Piemontesi.  Continua a leggere »

CONOSCERE I FUNGHI » FUNGHI FRE' o FERE'.

C'è chi li raccoglie e li apprezza al pari dei Porcini. Come riconoscerli e come distinguere quelli commestibili da quelli tossici .  
Continua a leggere »

up
 
 
 
 
  leccini boleti-amari funghi-badius
 

CONOSCERE I FUNGHI » TUTTI I LECCINI-LECCINUM o DONNE.

Guida al riconoscimento delle varietà di LECCINI grigi, neri, rossi o arancio. Buoni commestibili molto comuni dall'estate all'autunno inoltrato.  Continua a leggere »

CONOSCERE I FUNGHI » TUTTI I BOLETI SUILLUS O TYLOPILLUS.

Molto comuni dalle Alpi al piano, spesso evitati perchè poco conosciuti. ATTENTI A QUELLI AMARI! Guida al riconoscimento.  Continua a leggere »

CONOSCERE I FUNGHI » TUTTI I BOLETI XEROCOMUS.

Guida al riconoscimento delle varietà di XEROCOMUS e BADIUS più comuni delle Alpi-Prealpi e Pianure Piemontesi. 
Continua a leggere »

up
   
  sentieri_oasizegna sentieri_oasizegna sentieri_oasizegna
  ESCURSIONI-FUNGHI » 13 ITINERARI-SENTIERI in OASI ZEGNA-TRIVERESE per ciaspolare o per escursioni a piedi o a FUNGHI nei bellissimi boschi dell'Oasi Zegna Triverese. 
Continua a leggere »
ESCURSIONI-FUNGHI » 12 ITINERARI-SENTIERI in OASI ZEGNA-VALLI STRONA-CERVO per ciaspolare-camminare o per escursioni a FUNGHI su sentieri curati dal Consorzio Turistico Oasi Zegna.  Continua a leggere » ESCURSIONI-FUNGHI » 8 ITINERARI-SENTIERI in OASI ZEGNA, ALTA VALSESSERA per camminare-ciaspolare o per CERCAR FUNGHI sui bellissimi sentieri curati dall'Oasi Zegna.   Continua a leggere » up
   
  mappa_sentieri_oasizegna ambienti-boschivi bosco-umido  
  ESCURSIONI-FUNGHI » ANDAR PER FUNGHI IN ALTA VALSESSERA. GLI 8 MIGLIORI ITINERARI IN CUI ANDARE A CERCAR FUNGHI IN ALTA VALSESSERA.  
Continua a leggere »
DIDATTICA FUNGHI » GLI AMBIENTI BOSCHIVI PIU' COMUNI-FUNGHI E VEGETAZIONE. Come riconoscerli e dove trovarli nel Piemonte Settentrionale.
Continua a leggere »
DIDATTICA FUNGHI » ARBUSTETI, RADURE ED AREE UMIDE. FUNGHI E VEGETAZIONE. Come riconoscere questi ambienti e dove trovarli nel Piemonte Settentrionale. 
Continua a leggere »
up
 
 
 
 
  bosco-ceduo boscoscuro funghi-baraggia  
  DIDATTICA FUNGHI » IL BOSCO CHIARO O CEDUO. FUNGHI E VEGETAZIONE. Come riconoscere questi ambienti e dove trovarli nel Piemonte Settentrionale. 
Continua a leggere »
DIDATTICA FUNGHI » IL BOSCO SCURO E LE FORESTE. FUNGHI E VEGETAZIONE. Come riconoscere questi ambienti e dove trovarli nel Piemonte Settentrionale. 
Continua a leggere »
ESCURSIONI FUNGHI » ANDAR PER FUNGHI NELLE BARAGGE PIEMONTESI. Dove trovarle, come raggiungerle, FUNGHI e VEGETAZIONE TIPICA. 
Continua a leggere »
up
   
   
  ESCURSIONI FUNGHI » ANDAR PER FUNGHI NEI PARCHI DELLA BESSA E DELLA SERRA DI IVREA. Escursioni, ambienti, vegetazione e funghi di BARAGGIA. 
Continua a leggere »
ESCURSIONI FUNGHI » ANDAR PER FUNGHI NEL PARCO DELLA BARAGGIA DI CANDELO E DEL BIELLESE. Escursioni, ambienti, vegetazione e funghi di Baraggia. Continua a leggere » ESCURSIONI FUNGHI » ANDAR PER FUNGHI NEL PARCO DELLA BARAGGIA DI ROVASENDA. Escursioni, ambienti, itinerari, vegetazione e funghi di Baraggia. Continua a leggere » up
   
  webcam_grignasco webcam_bielmonte  
  ESCURSIONI FUNGHI » ANDAR PER FUNGHI NEI PARCHI DELLE BARAGGE NOVARESI. Escursioni, ambienti, vegetazione, itinerari e funghi di Baraggia.  
Continua a leggere »
METEO FUNGHI » GUARDA CHE TEMPO FA IN TEMPO REALE prima di metterti in viaggio alla ricerca di funghi, con le WEBCAMS di pianura-collina e montagna in HD.
Consulta la pagina »
METEO FUNGHI » GUARDA CHE TEMPO FA IN TEMPO REALE prima di metterti in viaggio alla ricerca di funghi, con le WEBCAMS delle nostre MONTAGNE.  
Consulta la pagina »
up
   
  archivio-datimeteo temporali pioggia  
  METEO FUNGHI » CONSULTA GLI ARCHIVI DATI METEO per scoprire dove e quanto è piovuto con temperature minime e massime. DATI STORICI.  
Consulta la pagina »
METEO FUNGHI » SEGUI IN TEMPO REALE TUTTI I TEMPORALI DEL NORD OVEST ITALIANO. Radar, Satelliti e Fulminazioni in tempo reale.  
Consulta la pagina »
METEO FUNGHI » SEGUI DOVE E QUANTO E' PIOVUTO QUESTO MESE NEL PIEMONTE SETTENTRIONALE. Dati meteo per Biellese-Valsesia-Vercellese-Novarese con classifiche da inizio anno ed anni precedenti.  Consulta la pagina » up
 
2016 © trivero-italy.com - trivero-italy.it - Angelo Giovinazzo - Trivero - GVNNGL61T28H889T