logo_triveroitaly immagini_trivero
logo-google | Trivero - Clicca qua per cercare informazioni nel sito con Google  |  Contattaci  email   | logo-google
funghi_radioattivi
 
regolamento-funghi
pressione-funghi
 
no-funghi
 
trombettemorti
boleti-porcini
 
funghi-fre
 
leccini
boleti-amari
 
funghi-badius
 
ambienti-boschivi
vademecum-funghi1
 
vademecum_funghi
 
vademecum3
LINKS UTILI
SITI AMICI
 
deejay-reloaded
Riascolta i programmi di Radio Deejay quando vuoi tu
 
radiodeejay
Ascolta Radio DeeJay
 
bielmonte
www.Bielmonte.net

Webcams Live e info da Bielmonte
 
assoc-micologica-biellese
 
meteogiornale
www.meteogiornale.it
Giornale Meteo in tempo reale
 
varesenews
 
luciobordignon
 
occasionivalsesia
 
muzzanometeo
 
giobottegagrafica
www.giobottegagrafica.it
up
sentierioasizegna
 
livelli_idrometrici
 
modelli_meteo
 
stazioni_meteo
 
radar_satelliti
 
webcams
sentieri_oasizegna
 
sentieri_oasizegna
 
sentieri_oasizegna
 
mappa_sentieri_oasizegna
 
temporali
 
 

FUNGHI VERO O FALSO
DOMANDE E RISPOSTE SUI FUNGHI

LEGGENDE METROPOLITANE DA SFATARE LEGATE AI FUNGHI. TUTTO QUANTO C'E' DA SAPERE SUI FUNGHI. E' VERO O FALSO CHE LA LUNA INFLUENZA LA NASCITA DEI FUNGHI? E' VERO O FALSO CHE I FUNGHI CRESCONO PIÚ ABBONDANTI DOPO UN INVERNO MOLTO NEVOSO? QUESTE E ALTRE DOMANDE E RISPOSTE INERENTI AI FUNGHI

 


castagne2017


RACCOLTA FUNGHI NORD OVEST ITALIA
TUTTO QUANTO C'E' DA SAPERE SULLA RACCOLTA DEI FUNGHI NEL NORDOVEST ITALIANO. COSTI E REGOLAMENTI, COMUNITA' MONTANE-UNIONI MONTANE DEL PIEMONTE

ARTICOLI RECENTI:

OTTOBRE, E' ORA PER L'OTTIMO FUNGO "ALBATRELLUS PES-CAPRAE o PIEDE DI CAPRA. UNO DEI MIGLIORI FUNGHI DA GUSTARE CRUDO O SOTT'OLIO

piede-di-capra

 
Tutte le pagine in cui abbiamo parlato di funghi tra il 2016 ed il 2015 con aggiornamenti, analisi, foto e segnalazioni dai migliori boschi in cui cercar funghi
 
  funghi   funghi1   funghi2  
             
  funghi3   funghi4   funghi5  

FUNGHI VERO O FALSO -
DOMANDE E RISPOSTE


giobottegagrafica
 

vero-falso

Non farti trovare impreparato di fronte ai tuoi amici "sapientoni".

Di seguito tutte le domande e tutte le risposte alle domande più comuni riguardo alla nascita e crescita dei funghi. Aggiornamento Novembre 2017

 
 
 

pioggia-funghi funghi_grandine
Piogge violente impediscono la nascita dei funghi?
► VERO

Le piogge troppo intense non sono utili alla nascita dei funghi perchè le piogge violente non vengono assorbite dal terreno ma dilavano velocemente a valle trasportando con se anche spore e miceli


 
 

funghi-e-pioggia
Quanti giorni dopo la pioggia nascono i funghi?

Solitamente le prime nascite di funghi avvengono a distanza di una settimana dopo la pioggia ( solitamente, non prima di 4 o 5 giorni ), se la temperatura non scende troppo dopo i temporali estivi o a patto che non salga troppo e oltre i 25°C superando i 30°C, specialmente se per più giorni consecutivi.

Le piogge migliori per la crescita dei fughi sono le piogge leggere, non violente e prive di grandine.

Ideale la pioggia con nebbia ed elevato tasso di umidità anche senza pioggia, purchè non sia accompagnata però, da temperature massime diurne che scendono sotto i 20°C per più giorni consecutivi.

BASSISSIMI TASSI DI UMIDITA' DELL'ARIA, CON GIORNATE LIMPIDE E TERSE, SENZA AFA E FOSCHIA E PURE CON VENTO FAVONICO SONO UN AUTENTICO DANNO PER L'ECOSISTEMA FUNGINO


funghi_grandine
La grandine disturba la nascita e la crescita dei funghi?
► VERO
/FALSO

Vero ma solo in parte perchè, ci sono alcuni funghi che invece desiderano un breve shock termico per poter iniziare a riprodursi. Ad esempio il Porcino Edulis ed il rosso Pinicola necessitano di uno shock termico che può esser provocato da un repentino temporaneo calo delle temperature notturne oppure anche da una pioggia fredda o da una grandinata. Diversamente il Porcino Aestivalis ma ancor di più l'estivo per eccellenza Aereus (nero di Quercia) non amano shock termici importanti. In presenza di raffreddamenti consistenti di lunga durata (per più giorni) i miceli fermano la nascita di nuovi funghi, in attesa che le temperature siano più favorevoli. Ricordiamo che le temperature ideali per la nascita dei funghi, solitamente non scendono al di sotto dei 12° nelle minime e sopra i 24°C nelle massime.


disegno_sentiero
E' vero che spesso i funghi si trovano nei sentieri?
E se si perché?
VERO

Molto spesso i funghi crescono nei sentieri dove ristagna la pioggia caduta. Qua si acculano infatti foglie, terra, spore e miceli strappati dal sottobosco dalle piogge violente. Per questa ragione molto spesso i funghi più belli e sani crescono proprio in mezzo al sentiero. Il cercatore distratto di solito cammina senza curarsi di guardare nel sentiero che invece potrebbe essere molto produttivo


funghi_neve luna
E' vero o è falso che i funghi sono più abbondanti se in inverno è nevicato molto?
► VERO/FALSO

Normalmente si è portati a ritenere che un'abbondante strato nevoso depositatosi durante la stagione fredda, possa aiutare le future nascite di funghi. Questo perché l'umidità e l'erosione offerti dalla neve, contribuiscono a sminuzzare la lettiera di foglie o a degradare terreni e rocce, rendendo così più disponibile il nutrimento sottoforma di finissimo e fresco humus.

Tuttavia, abbondanti e ripetute nevicate invernali, purtroppo, potrebbero esser seguite da settimane o addirittura mesi di calda siccità che potrebbero vanificare o dileguare le scorte idriche conseguenti alle nevicate, rendendo oltretutto il terreno secco, duro e improduttivo, creando le peggiori condizioni ambientali che i funghi potrebbero poter desiderare con conseguenti scarsissime produzioni di funghi.


disegno_funghi_luna
E' vero o è falso che i funghi crescono seguendo le fasi lunari, ovvero con luna crescente o calante, o al realizzarsi di uno dei due quarti?

FALSO NON DIMOSTRATO SCIENTIFICAMENTE

Non esiste nessuna evidenza scientifica che comprova la crescita dei funghi in base alle fasi lunari. Forse la luna piena può avere qualche effetto benefico su una più rapida maturazione dei funghi che durante le chiare notti di luna piena potrebbero cercare la luce ma, non è mai stato dimostrato esser vero.

I FUNGHI CRESCONO A QUALSIASI ORA DEL GIORNO E DELLA NOTTE, INDIPENDENTEMENTE DALLA FASE LUNARE E DALLA PRESENZA DI SOLE O NUVOLE, purchè vi siano le condizioni climatiche ottimali, ovvero: ARIA E TERRENO UMIDI E TEMPERATURE MITI SENZA ECCESSI DI CALDO/FREDDO O DI RISTAGNI D'ACQUA SUL TERRENO.

Ad oggi sono diverse e contrastanti le teorie secondo cui (saggezza popolare dei nostri vecchi), le nascite dei funghi sarebbero migliori e più abbondanti in concomitanza con determinate fasi lunari. Alcuni dicono che ciò avviene quando si realizza il primo quarto di luna nuova (crescente), qualcuno però dice che, al contrario, avviene quando si realizza l'ultimo quarto (luna calante), molti invece indicano il giorno di luna piena quale giorno di culmine della buttata.

La totalità dei micologi ed esperti di funghi, non crede esistano attinenze tra crescita-nascita di funghi e fasi lunari.

Solitamente i periodi vegetativi dei funghi seguono cicli abbastanza ripetitivi che vengono influenzati, non dalla presenza o meno della luna, ma dalle condizioni ambientali/climatiche. I funghi tendono a nascere tutti insieme, non appena si realizzano le migliori condizioni ambientali.

 

Al realizzarsi di timide condizioni favorevoli, si hanno le prime nascite seguite poi da una vera e proprio buttata - talvolta persino massiccia - non appena le condizioni migliorano. All'apice della buttata, solitamente entro 8/12 giorni da inizio buttata, si possono trovare nei boschi funghi giovani e funghi adulti in contemporanea. Dopo i 10/12 giorni funghi diventano per lo più adulti mentre i giovani esemplari scarseggiano sempre più. Entro 20 giorni le buttate si esauriscono ed inizia il periodo refrattario in cui, pur in presenza di piogge, umidità e buone temperature, i boschi tornano improduttivi perchè i miceli hanno esaurito la produzione di sporofiri (i funghi, detti così perchè contengono le spore che sono i semi necessari per la riproduzione), mentre nuovi Miceli si preparano a generare nuovi sporofiri che riprenderanno a nascere non prima di altri 7/10 giorni.

La ciclicità delle nascite dei funghi, a volte può coincidere completamente con le fasi lunari che sono di 7/14 giorni, da qua la comune credenza che le fasi lunari influenziono le nascite dei funghi.


radiattività_funghi
E' vero o è falso che i funghi sono più abbondanti dopo fughe radioattive?
► FALSO

Non esistono prove scientifiche univoche su questa correlazione. Leggende metropolitane vogliono che abbondanti buttate di funghi si siano verificate dopo le fughe radioattive di Chernobyl e di Fukushjma, in realtà si è tratto di semplici coincidenze dovute ad un clima particolarmente favorevole alla produzione dei funghi, molto umido e mai secco con temperature non particolarmente fredde o roventi

E' vero o è falso che i funghi Porcini assorbono radiazioni dal terreno? ► FALSO

Non esistono prove scientifiche certe che i funghi Porcini assorbano radiazioni radioattive superiori ad altri organismi viventi del bosco. Si sa però per certo che alcuni funghi hanno la capacità di assorbire maggiori radiazioni rispetto ad altri ma la quantità di radiazioni assorbite è molto bassa e comunque notevolmente al di sotto dei quantitativi minimi contenuti pure in molti altri cibi, ortaggi, frutta e cereali. Abbiamo a tal proposito pubblicato un articolo dal titolo ► FUNGHI RADIOATTIVI IN PIEMONTE in cui abbiamo analizzato i dati raccolti durante una ricerca effettuata da Arpa Piemonte in cui si evidenzia come, la Radioattività latente in Piemonte è ancora presente e si manifesta ancora in alcuni cibi o funghi. Per avere maggiori dettagli riguardo a questo studio consigliamo quindi i nostri lettori di consultare questo articolo:

funghi_radioattivi

► FUNGHI RADIOATTIVI

Quali sono i funghi che assorbono maggiori radiazioni? In ordine di importanza li elenchiamo di seguito. Soltanto sui primi due però sono stati rilevati quantitativi di Cesio-Plutonio significativi:


funghi_coltello
I funghi vanno sempre tagliati con il coltello?
FALSO

Il fungo va tolto dal terreno tramite TORSIONE per evitare il marciume della parte  che rimane attaccata al terreno e va pulito sul posto, anche per favorirne la dispersione delle spore con il movimento durante la pulizia. In alcune regioni quali il Piemonte, il regolamento per la raccolta dei funghi VIETA l'uso dei coltelli per la raccolta dei funghi MA IMPONE che i funghi vadano SEMPRE PULITI SUL POSTO prima di esser riposti nel proprio cesto.

regolamento-funghi

Cliccando sull'immagine di sopra si può consultare la pagina del ► REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEI FUNGHI IN PIEMONTE. PUOI APPROFONDIRE ANCHE ATTRAVERSO LA PAGINA: MANUALE DEL PERFETTO FUNGIATT 1° PARTE, LEGGI E REGOLAMENTI PER LA RACCOLTA FUNGHI E NEL BOSCO
Il non aver pulito i funghi raccolti, potrebbe esser ragione valida per esser multati durante un eventuali controllo.


funghi_bustefunghi_botulino
I funghi si possono trasportare dentro buste di plastica?
► FALSO

Il sacchetto di plastica, anche se biodegradabile, impedisce, prima di tutto, alle spore di cadere sul terreno favorendo la nascita di nuovi funghi, in secondo luogo, e più importante I FUNGHI TRASPORTATI DENTRO BUSTE DI PLASTICA, SUDANO, NON RESPIRANO E POSSONO PRODURRE TOSSINE TRA CUI IL NOTO E FAMIGERATO "BOTULINO" DEGENERANO RAPIDISSIMAMENTE E DIVENTANO POTENZIALMENTE TOSSICI PUR ESSENDO COMESTIBILI.

UTILIZZANDO SACCHETTI DI PLASTICA, SI PUO' OLTRETUTTO INCORRERE IN MULTE DA PARTE DEGLI AGENTI DELLA FORESTALE O VOLONTARI DURANTE I CONTROLLI.

Al posto dei sacchetti di plastica occorre usare sacchetti di stoffa, meglio ancora sacchetti in rete, cesti o anche gli appositi zaini con fondo aperto in rete che consentono areazione e dispersione delle spore.


funghi_botulinofunghi_buste
I funghi possono produrre botulino dopo la raccolta?
► VERO

Come detto sopra, soprattutto se conservati male o se trasportati in sacchetti di plastica, che trattengono l'umidità e ne impediscono l'aerazione, i funghi possono deteriorarsi molto rapidamente producendo muffe tossiche tra cui il famelico e pericoloso BOTULINO


funghi_alberibosco
I funghi crescono attorno alle radici degli alberi?
► VERO

I funghi crescono in SIMBIOSI con le piante e si alimentano tramite le loro radici da cui assorbono minerali ed altre sostanze utili alla loro crescita e maturazione.

Tra fungo ed albero ospitante si crea un sodalizio di reciproco "interesse", il fungo offre benefici all'albero, quindi l'albero trae beneficio dalla presenza del fungo, il fungo trae beneficio e sostanze nutrienti dalle radici capillari dell'albero. Un albero le cui radici sono state fittamente "micorrizzate" dai funghi, gode di maggior salute, fruttifica meglio e beneficia di una maggior vitalità

 


freddo_notturno
I funghi non crescono se di notte fa freddo?
► FALSO

Un paio di notti fredde, anche al di sotto dei +10°C, non compromettono completamente la crescita dei funghi, se le foglie degli alberi sono ancora presenti e mantengono il microclima del sottobosco, o se vi è ottimo deposito di fogliame secco al suolo, purchè non intervenga il vento a scompigliare il microclima del sottobosco



bosco
I funghi crescono nei boschi fitti e bui dove non batte il sole?
► FALSO

Troppa ombra e buio provocano marcescenza delle ife-miceli e persino delle spore presenti sul suolo.

funghi_bosco funghi_alberi
I funghi crescono più abbondanti nei boschi chiari o di piante giovani o con radure?
► VERO

Le piante giovani hanno radici più superficiali e sono più vitali, condizione indispensabile per la crescita e lo sviluppo di ife-miceli e degli stessi funghi, che si sviluppano in simbiosi con l'albero che le ospita.

Abbiamo descritto i più comuni ambienti in cui si possono trovare i funghi nella pagina ► GLI AMBIENTI BOSCHIVI, VEGETAZIONE, FUNGHI ASSOCIATI E COME RICONOSCERE I VARI AMBIENTI .

ambienti-boschivi


vento_favonico
Giornata fredda e ventosa con le tipiche nubi frastagliate e sospinte dal vento di Fohën, nella Baraggia Vercellese di Rovasenda con il Monte Barone sullo sfondo

Il vento inibisce la nascita e lo sviluppo dei funghi ?
► VERO

Il vento, specialmente quello freddo e secco da Nord (Favonio o Fohën), è uno dei peggiori nemici dei funghi insieme con la siccità e l'inquinamento.

Il vento disturba l'equilibrio del sottobosco. Secca troppo l'aria e l'humus indurendo la superficie del suolo, perciò rendendo meno disponibile il nutrimento per gli alberi, le loro radici ed i Miceli ad esse associati, ed inibisce la nascita e lo sviluppo dei funghi, soprattutto del Porcino che ha uno dei Miceli più delicati, tra tutti i vari funghi che vegetano nei boschi


rastrello
Perchè non si devono cercare i funghi con il rastrello? Si può fare?
► NO, E' VIETATO!

Cercare funghi con l'utilizzo di un rastrello, si potrebbero anche fare, ma a che pro?

Per fare un ottimo bottino di funghetti piccolissimi da mettere sott'olio una sola volta, MA COMPROMETTENDO LE FUTURE NASCITE DI FUNGHI?

DOVE SI E' RASTRELLATO IL SUOLO NON CRESCERANNO PIU' FUNGHI PER DIVERSE STAGIONI DI SEGUITO!

Il sottobosco e le radici dei funghi richiedono un equilibrio che è davvero molto delicato. Spostare foglie e rastrellare il terreno danneggia l'equilibrio del sottobosco al punto che i funghi che si sono sempre trovati sotto alcune piante, dopo il danneggiamento da rastrellamento potrebbero non crescere più fino a che non si ricrea l'equilibrio iniziale.

Possono passare persino alcuni anni prima che ciò avvenga e nei casi più estremi potrebbe non verificarsi mai più.

Tenere pulito un bosco, attraverso anche il controllo della lettiere di foglie secche, ovvero togliendo dal sottobosco le ultime foglie cadute o impedendo che la lettiera di fogliame non superi mai i 15/25 cm, oltre il quale i funghi non riuscirebbero più a vegetare perchè rimarrebbero soffocati, potrebbe esser buona pratica se fatta con giudizio e consapevolezza. Diversamente la ricerca e la raccolta indiscriminata di funghi non maturi fatta con il rastrellamento indiscriminato del suolo, oltre ad esser vietato è fonte di grave disequilibrio e turbamento del sottobosco con quasi certa morìa del Micelio.

► LA RACCOLTA/RICERCA DI FUNGHI CON RASTRELLO E' VIETATA E PUNIBILE CON MULTA


bosco
Il Porcino cresce soltanto sotto Castagno, Faggio ed Abete?
► FALSO

Il porcino può crescere anche sotto molti altri tipi di albero.

Betulle, Querce-Rovere-Roverella, Pioppo Tremulo, Pino Strobo, Pini vari e bosco di Latifoglie misto con presenza anche di Tiglio e più raramente di Acero, anche in presenza di Noccioli, oltre che tra le Eriche o Brugo e Mirtilleti e persino nella Macchia Mediterranea.
NELLA PAGINA VADEMECUM DEL PERFETTO FUNGIATT 2^ PARTE, TUTTI GLI ALBERI DEI FUNGHI

In montagna i Porcini si possono trovare spesso persino sotto i cespugli di Rododendro Ferrugineo (Selvatico) e pure nei pascoli prossimi al bosco in pieno prato.

Molti pascoli d'alta montagna in Estate producono ottime buttate di funghi Porcini pur in assenza di boschi nei paraggi, meglio ancora se con qualche sporadica Betulla qua e là.


piatto_funghi
Mangiare troppi funghi può far male?
► VERO

Può far male come può far male mangiare in grande abbondanza qualunque altro alimento.

Il fungo, per quanto commestibile, può sempre contenere qualche tossina formatasi a seguito di una cattiva conservazione dopo la raccolta e prima che venga cucinato.

Il trasporto in sacchetti o lo stoccaggio in vaschette di plastica può favorire la formazione di queste tossine, tra cui la più pericolosa è il BOTULINO.

Ci sono inoltre persone che possono incorrere in problemi di intolleranza/allergia nei confronti dei funghi, soprattutto in presenza di patologie epatiche legate a qualsivoglia disfunzione del fegato.

Mangiar troppi funghi può favorire affaticamento e disturbi al fegato. La presenza di molta cellulosa può poi dare disturbi allergici pur trattandosi di funghi commestibili.

Alcuni funghi ritenuti commestibili, possono risultare indigesti o di difficile digestione in alcune persone così come il consumo di funghi crudi, andrebbe evitato perchè, per quanto questi funghi siano saporitissimi, affaticano inutilmente il fegato.

► Il fungo commestibile più pericoloso perchè, molto spesso può contenere tossine nascoste, quindi, potrebbe dare disturbi gastrici o vere e proprie patologie simili all'avvelenamento è il Chiodino o Famigliola Buona

Di seguito i link~collegamenti alle pagine dedicate a trucchi&segreti per poter diventare dei perfetti fungiatt:

  • VADEMECUM 1° PARTECOME DIVENTARE DEI PERFETTI FUNGIATT EVITANDO DI VIOLARE NORME E LEGGI SULLA RACCOLTA DEI FUNGHI E SENZA INFRANGERE NORME COMPORTAMENTALI DEI BOSCHI
  • VADEMECUM 2^ PARTETUTTO QUANTO C'É DA SAPERE SULLA NASCITA DEI FUNGHI DA IFE, MICELI AI CARPOFORI. COME SI SVILUPPANO I FUNGHI, TERMINOLOGIA MICOLOGICA, GLI ALBERI DEI FUNGHI, I PIANI ALTITUDINALI, COME SI NUTRONO I FUNGHI. Questa è la pagina che ha subìto il più drastico rimaneggiamento e che è stata COMPLETAMENTE RISCRITTA. Questa pagina integra in maniera più seria la pagina del nostro Blog: COME NASCE UN FUNGO PORCINO scritta a mo' di racconto e già molto apprezzata da molti di voli
  • VADEMECUM 3^ PARTE NUOVI TRUCCHI E SEGRETI PER POTER DIVENTARE DEI PERFETTI FUNGIATT
 
   
             
  vademecum-funghi1 vademecum_funghi rivarolo  
         
  funghi-verofalso pressione-funghi morchelle  
         
  funghi_radioattivi stazioni_meteo mirtilli  
         
  no-funghi vademecum_funghi trombettemorti
         
  valsesia-radioattiva boleti-porcini funghi-fre  
         
  leccini boleti-amari funghi-badius  
         
  sentieri_oasizegna sentieri_oasizegna sentieri_oasizegna  
         
  mappa_sentieri_oasizegna ambienti-boschivi bosco-umido  
         
  bosco-ceduo boscoscuro funghi-baraggia  
         
  serra candelo rovasenda  
         
  novara archivio-datimeteo temporali  
             
  nofunghi il_meteo_piemonte limaccia  
         
  pioggia_settembre pioggia_settembre pioggia
         
giobottegagrafica
 
  up-su  
   
  www.trivero-italy.com - www-trivero-italy.it  © Giovinazzo Angelo - TRIVERO (Biella) -
C.F. GVNNGL61T28H889T - © 2010/2017 - Testi ed immagini replicabili previa autorizzazione
Puoi leggere l'informativa relativa a cookies & privacy cliccando questo link
 
 

contattaci: triveroitaly@gmail.com up UP/TORNA SU