var _gaq = _gaq || []; _gaq.push(['_setAccount', 'UA-19491442-3']); _gaq.push(['_trackPageview']); (function() { var ga = document.createElement('script'); ga.type = 'text/javascript'; ga.async = true; ga.src = ('https:' == document.location.protocol ? 'https://ssl' : 'http://www') + '.google-analytics.com/ga.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0]; s.parentNode.insertBefore(ga, s); })();
TUTTO TRIVERO | Portale Turistico, Meteo, Scientifico su Trivero | Trivero on line. Web designer: Angelo Giovinazzo    

» home » fotogallery » Flora di Trivero-Fiori 9

photogallery di piante da fiore, erbe e fiori del Triverese


pagina   |   1A   |   2B   |   3C1   |   3C2    3C3    3C4   |   4D   |   5E   |   6F   |   7G1   |   7G2   |   8HIL    9MNO   |   10P   |  11PR   |  12S   |  13T   14V   |   14V2   |


  Giglio di Maggio - Maianthemum bifolium schmidt. (errata gorridge nelle didascalie!) Pianticella erbacea perenne simile ad un piccolo mughetto ben distribuita in tutto il territorio Triverese dal fondovalle del Ponzone all'Orizzonte Nivale Valsesserino. Nell'altopiano è comune sui suoli acidi sia delle latifoglie che di conifere dove forma estese colonie tappezzanti. In alta valle è pur ben distribuita ma meno tappezzante. Terminata la fioritura dei suoi piccoli fiori bianchi e profumati produce bacche rotonde e rosse non commestibili.  
gigliodimaggio_maianthemum_bifolium
gigliodimaggio_maianthemum_bifolium
gigliodimaggio_maianthemum_bifolium
Mirtillo Nero - Vaccinium myrtillus Pianta erbacea molto comune in tutto il territorio Triverese dal fondovalle del Ponzone all'Orizzonte Nivale Valsesserino. Predilige suoli acidi e spesso colonizza con Brugo, Erica e Ginestre i sabbioni granitici del fondovalle. Sui Monti Capoposto ed Il Trucco forma colonie tappezzanti sia tra le latifoglie che le conifere. Nell'altopiano sta diventando più rarefatto perchè molti vecchi boschi di latifoglie stanno diventando troppo ombrosi, poco soleggiati e spesso infestati dalla felce Aquilina o Maschio. In alta Valsessera è ottimamente distribuita in tutti i pascoli e bosco rado. Nei prati montani forma colonie molto estese condivise con il rododendro Ferrugineo con buona produzione di frutti molto apprezzati per succhi di frutta e marmellate. NB. La raccolta dei mirtilli è sottoposta a regolamento Regionale come riportato nell'introduzione della pagina Flora di Trivero.
mirtillonero_vaccinium_myrtillus
mirtillonero_vaccinium_myrtillus
mirtillonero_vaccinium_myrtillus
mirtillonero_vaccinium_myrtillus
Mora - Rovo da Mora - Rubus Ulmifolius - Rubus adscitus Genev. e Rubus Glandulosus bellardi - Rubus bellardii Weihe et Nees - Rubus caesius L. -  Rubus phoenicolasius Maxim.- Arbusto cespuglioso appartenente alle rosacee molto diffuso in tutto il territorio dal basso Triverese all'Orizzonte Montano con diverte varietà o specie. Vive nelle macchie tra siepi ed incolti, a margine di strade, discariche ed a margine del bosco. A fondovalle e fino alla media montagna vegeta la classica varietà Ulmifolius ( a fiori bianco-rosato o rosa ) oppure la Rubus caesius L. facilmente riconoscibile per lo scarso numero di drupe del proprio frutto di colore blu e non viola (normalmente non più di 6), mentre in alta Valsessera si rinviene una varietà a frutti con minor numero di drupe e fiori e fusti ricoperti da un fitto numero di piccole spine ( Rubus Adscitus Genev. o Rubus Glanulosus Bellardi). Rubus Bellardii Weihe vegeta sull'altopiano ma con distribuzione inferiore all'ulmifolius. Rubus phoenicolasius Maxim. produce frutti di colore arancio-rossastro ed i boccioli del fiore sono fittamente coperti di peluria spinosa di colore rossiccio si rinviene a margine di pascoli e vecchie fattorie sull'altopiano. I frutti del Rovo, le more, contengono molte vitamine B e C, acidi organici come il malico ed il tartarico e minerali tra cui il potassio. Anche i germogli sono commestibili e contengono resine, antibiotici naturali, vitamine e polifenoli. La mora di rovo è apprezzata per produrre succhi di frutta e marmellate o per macedonie ai frutti di bosco.
mora_rubus_ulmifolius
mora_rubus_ulmifolius
mora_rubus_ulmifolius
mora_rubus_ulmifolius
mora_rubus_ulmifolius
Mughetto - Convallaria majalis Pianta rizomatosa strisciante e glabra. Diffusa in tutto il territorio Triverese anche se con maggior distribuzione nel basso Triverese. Una piccola colonia (seconda immagine) è visibile ad alta quota nei betulleti che dalla Bocchetta di Stavello salgono al Santuario di S. Bernardo. Un tempo era diffusissima in tutti i boschi di latifoglie del territorio, il continuo prelievo per il trapianto nei giardini così come la raccolta dei piccoli fiori per farne mazzolini, impedendone di fatto la fruttificazione e la produzione dei preziosi semi la stanno rendendo sempre meno diffusa tuttavia piccole colonie sono ancora visibili sul Trucco (seconda immagine), sui colli del Motocross tra Ponzone e Cereie e sui colli di Pratrivero sempre in posizione piuttosto soleggiata..
mughetto_convallaria_majalis
mughetto_convallaria_majalis
mughetto_convallaria_majalis
mughetto_convallaria_majalis
Narciso dei Poeti o Narciso Selvatico - Narcissus poeticus Pianta bulbacea perenne un tempo diffusa in tutto il territorio comunale a partire dai prati dell'altopiano di Cereie-Piana, successivamente estinto dalle quote più basse e relegato ai soli pascoli di Barbato-Brughiera. Oggi rarefatto anche in questi ultimi pascoli resiste con piccolissime colonie tra il prato ed il bosco rado sui monti Rubello. Ampie colonie con estese fioriture resistono a Bielmonte e all'Alpe di Noveis. Piccole colonie sono presenti anche sul Monte Barone e sulle vette dei monti interni ed esterni della Valsessera. Il restringimento dell'aerale di distribuzione nonchè la scomparsa del narciso sono conseguenza della diffusa abitudine di prelevarne i bulbi per il trapianto nei giardini, pur nonostante il Narciso Selvatico sia inserito nella lista rossa Regionale a protezione assoluta. Non da meno ad impedirne la diffusione è la cattiva abitudine di prelevarne il fiore come fiore reciso, impedendo la fruttificazione e la produzione dei preziosi semi.
narcisoselvatico_narcissus_poeticus
narcisoselvatico_narcissus_poeticus
narcisoselvatico_narcissus_poeticus
Non ti Scordar di Me - Myosotis sylvatica - Myosotis scorpioides L. Pianta erbacea perenne diffusa in tutto il territorio comunale sia vallivo che alpino. Predilige le zone umide quindi prati freschi ed umidi, sponde di ruscelli e paludi o marcite. Lungo la Strada Panoramica Zegna spesso vegeta negli spazi erbosi vicino a sgocciolamenti d'acqua o piccole sorgenti. Molto comune fino all'Orizzonte Nivale dove sulle vette dei monti viene sostituito gradualmente dalla specie Alpina, Myosotis Alpestris Schmidt molto simile allo Scorpioides ma dal portamento più compatto in stile bonsai.
nontiscordardime_myosotis_sylvatica
nontiscordardime_myosotis_sylvatica
nontiscordardime_myosotis_sylvatica
Orchidee - Orchidea Screziata (Orchis tridentata Scop.) - Manina Rosea (Gymnadenia conopsea) - Orchidea Maschia (Orchis mascula L. ssp. speciosa) Piante bulbose perenni con buona distribuzione soprattutto nel settore montano del territorio. La Manina Rosea o Gymnadenia conopsea è l'unica a vegetare solo in alta montagna nell'Orizzonte Nivale. Si differenzia dalle altre due per il colore rosa uniforme dei suoi fiori e per le foglie non screziate. La Screziata (seconda immagine) ha fiore screziato e puntinato. Orchidea Maschia o Mascula è la più diffusa nei prati e pascoli dei monti Rubello ed alta Valsessera. Si rinviene negli spazi prativi o anche nei piccoli spazi erbosi umidi lungo le strade interne della valle, non ama i boschi. Un tempo alcune Orchidee, soprattutto la Tridentata, Cephalanthera Rubra ed Orchis Italica si rinvenivano anche nei prati del basso Triverese. Oggi sono praticamente scomparse sotto gli 800 metri. Tutte le Orchidee sono inserite nella lista rossa Regionale a protezione assoluta.
orchidea_orchis_maschia
orchidea_orchis_mascula
orchidea_orchis_maschia
Orchidea Palmata - Orchis latifolia Ancora un'altra Orchidea comune nel territorio montano dell'alta Valsessera. Ha fiori simili alle Orchidee sopra descritte ma più appuntiti con foglioline appuntite alternate ai fiori sullo stelo. E' diffusa lungo le strade interne della Valsessera e nei pascoli umidi e molto spesso cresce insieme alla Maschia. Normalmente però quando fiorisce la Palmata l'orchidea maschia è giù sfiorita. Anche questa orchidea è inserita nella lista rossa Regionale a protezione assoluta.
orchidea_palmata_orchis_latifolia
 
Torna in home page | torna in fotogallery | vai alla pagina successiva | torna su
indietro  |   1A   |   2B   |   3C1   |   3C2    3C3    3C4   |   4D   |   5E   |   6F   |   7G1   |   7G2   |   8HIL   |   9MNO   |   10P   |  11PR   |  12S   |  13T   14V   |   14V2   |   avanti
 

www.trivero-italy.com © IL CURIOSONE Audiovisivi Multimedia - TRIVERO - P.IVA 01821740022 - Iscrizione Registro delle Imprese di BIELLA - 16/9/1996 - numero R.E.A. BI - 166242